Due persone arrestate, cinque denunciate e raffica di multe per violazioni alle norme anti-contagio e al codice della strada. È il bilancio di un servizio di controllo del territorio ad ”Alto impatto” eseguito dai carabinieri della compagnia di Torre Annunziata (Napoli), insieme a quelli del reggimento Campania, del nucleo cinofili di Sarno (Salerno) e della stazione carabinieri forestale di Roccarainola. A San Giuseppe Vesuviano, un uomo di 69 anni è in arresto per detenzione abusiva di 600 grammi di materiale esplosivo. Aveva infatti nella propria abitazione trenta ordigni artigianali improvvisati, di illecita provenienza e privi di etichette.

Rifiuti e parti meccaniche

Sempre a San Giuseppe vesuviano un uomo di 63 anni già noto alle forze dell’ordine, è denunciato per ricettazione e gestione incontrollata di rifiuti. I carabinieri hanno infatti trovato, in un fondo di sua proprietà, diverse parti di automobili sezionate. Inoltre parti meccaniche intrise di oli su nudo terreno e targhe risultate rubate a Portici.

A Torre Annunziata

A Torre Annunziata, un incensurato di 25 anni arrestato per detenzione di stupefacente ai fini di spaccio. Il giovane aveva occultato nel bagno di casa otto bustine a clip contenenti complessivamente 20,8 grammi di marijuana, materiale vario per il confezionamento, un bilancino di precisione e appunti relativi all’illecita attivita’ di cui ha tentato invano di disfarsi gettandoli nel water.