Scrissero un libro, intitolato “Io conto alla rovescia”, con il quale sono riusciti a metabolizzare, esorcizzare, preoccupazioni e angosce frutto delle restrizioni imposte dalla pandemia. Oggi, i proventi della vendita di quel volume sono donati, come promesso, al Covid Hospital di Scafati, comune del Salernitano al confine con la provincia di Napoli. Protagonisti di questa storia sono trenta studenti del liceo Caccioppoli. Insieme con la loro insegnante di italiano, latino e greco, la professoressa Antonietta Scarpato, stamattina hanno consegnato l’assegno della cifra raccolta, 1500 euro, al dirigente dell’Asl Maurizio D’Ambrosio.

Breve cerimonia

La cerimonia, organizzata nel rispetto delle norme anti covid, con i ragazzi con la mascherina sul volto, si e’ svolta nell’area sportiva del liceo. Era alla presenza anche del sindaco della citta’, Cristoforo Salvati, dell’assessore Alessandro Arpaia. E naturalmente del dirigente scolastico Domenico D’Alessandro.