Sono due le scosse di terremoto registrate dall’Ingv nel mare Adriatico attorno alle 15. La prima scossa, alle 14.47, e’ stata di magnitudo 5.6 ad una profondita’ di 5 chilometri, mentre la successiva, alle 15.00, e’ stata di magnitudo 4.1 ad una profondita’ di 10 chilometri. “La scossa risulta avvertita dalla popolazione – sottolinea in un tweet il Dipartimento della Protezione Civile – La sala situazione Italia e’ in contatto con le strutture di protezione civile sul territorio”. Il terremoto, chiaramente avvertito a Napoli, provincia e mezza Campania ha destato paura. Sui social in tanti hanno scritto. In particolare segnalazioni sono giunte da Torre del Greco e Ottaviano. E c’è chi ha temuto per il Vesuvio.

In tal senso lo stesso sindaco di Ottaviano, Luca Capasso, ha tranquillizzato i cittadini dopo che in tanti l’avevano contattato temendo per il vulcano. “L’epicentro del terremoto è il mar Adriatico, il Vesuvio non c’entra nulla. Niente panico”, ha detto.