Atti persecutori, tra cui minacce, furto d’identità e accessi abusivi ai profili social, regali non graditi e persino un falso funerale di un familiare della vittima. Gli agenti della Polizia di Stato hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Salerno nei confronti di un 35enne di Atripalda (Avellino) per atti persecutori, sostituzione di persona, accesso abusivo a sistemi informatici ed evasione, al termine dell’indagine condotta dai poliziotti del Commissariato di Battipaglia e coordinata dalla Procura di Salerno.

La denuncia

Lo stalker, grazie alla denuncia da parte della vittima, una giovanissima ragazza, è in arresto. Ponendo fine ad una grave vicenda, iniziata a gennaio di quest’anno. La ragazza, di circa 20 anni era contattata di continuo e perseguitata dall’uomo che aveva incontrato una sola volta. I fatti alcuni anni fa e con cui non aveva mai avuto relazioni di alcun tipo. L’uomo ha fatto recapitare alla sua vittima doni non graditi ed altri gesti come la colazione al lavoro, a lei ed alle colleghe.