“Questa mattina è iniziata la distribuzione delle uova di Pasqua e delle colombe artigianali che abbiamo ordinato presso la cooperativa sorta in un bene confiscato alla camorra.
Saranno consegnate a 1142 famiglie in difficoltà, le stesse che nel periodo natalizio hanno ricevuto i buoni spesa”. Ad annunciarlo è Giorgio Zinno, sindaco di San Giorgio a Cremano. “Mentre subito dopo saranno distribuiti anche i pacchi con generi alimentari che la Protezione Civile sta provvedendo a comporre per poi procedere alla consegna a domicilio.
I pacchi, così come le uova e i dolci pasquali, rappresentano un ulteriore sostegno che offriamo ai cittadini. A coloro che vivono situazioni di difficoltà economica, aggravata dall’emergenza pandemica”.

I fondi

Il sindaco continua: “L’acquisto di tutti questi generi alimentari è finanziato con i fondi residui dei bonus natalizi, pari a 70 mila euro. Somma la cui spesa è vincolata da un’ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile per il contrasto dell’emergenza alimentare dovuta alla crisi da Covid-19. Si tratta di un’altra misura importante che, dopo quelle di Natale, si propone di dare nuovamente aiuto alle famiglie sangiorgesi. Nello stesso tempo conferma che l’amministrazione intende non lasciare nessuno solo. Ma al contrario cerca di accompagnare, per quanto possibile, i cittadini in questo periodo difficile, ascoltando le necessità e provando ad interpretare i bisogni della comunità.