Posti letto Covid quasi esauriti negli ospedali del Casertano, che si trova ad affrontare la fase acuta della terza ondata. Anche se la situazione, fanno sapere dall’Asl di Caserta, resta stabile e il trend non sembra in peggioramento. C’è dunque un continuo “ricambio” di pazienti negli ospedali, che non sta creando situazioni di eccessiva saturazione come durante la seconda ondata. Al Covid Hospital di Maddaloni, dove sono presenti in totale 85 posti letto tra intensiva, sub-intensiva e pazienti Covid meno gravi, sono un’ottantina i posti letto occupati. La sub-intensiva piena e l’intensiva quasi al limite. Qui come racconta Casertace.net una scena che ricorda la Lombardia di un anno fa. Tredici morti di Coornavirus in poche ore, tant’è che i carri funebri sono in fila per le salme. 

Gli altri Covid Center

Tornando alla saturazione dei presidi, situazione simile al Melorio di Santa Maria Capua Vetere. Su 50 posti letto, sono tutti pieni quelli di sub-intensiva (non c’è la terapia intensiva). Mentre c’è qualche posto libero per le degenze meno gravi. Quasi tutto pieno anche all’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, dove sono occupati 81 posti su 85 riservati al Covid e dislocati tra l’ospedale modulare e reparti come malattie infettive e l’area del pronto soccorso riservata al Covid. Sono dieci i pazienti in terapia intensiva su 14 posti disponibili, mentre è tutto esaurito alla sub-intensiva.