Lavorava ad Avignone come rider presso la pizzeria del fratello, Vincenzo Ciriello, il latitante 60enne napoletano ritenuto elemento di spicco del clan Mazzarella. Era inserito dal Ministero dell’Interno nell’elenco dei latitanti pericolosi (ex elenco dei 100), catturato in Francia. Le indagini dei carabinieri che hanno portato alla cattura di Ciriello, soprannominato “o’zullus”, sono coordinate dal sostituto procuratore della Dda di Napoli, Antonella Fratello.

L’operazione “fuggitivi”

Ciriello – detto “o’zullus” – catturato in Francia dalla Brigata Nazionale Ricerca Fuggitivi, su input dei Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Napoli. I militari hanno dato ai colleghi francesi specifiche indicazioni circa la localizzazione del soggetto. L’arresto nell’ambito di un’articolata indagine coordinata dai magistrati della Procura della Repubblica di Napoli. In particolare l’arresto è avvenuto nella città di Avignone, in Francia. E’ ora in carcere, in attesa del provvedimento di estradizione.