Lo ha colpito con calci e pugni, fratturandogli la mascella, per un debito di venti euro. È accaduto a Sant’Antimo, in provincia di Napoli. Arrestato, dai carabinieri, un 22enne del posto già noto alle forze dell’ordine. I fatti risalgono alla notte del 23 agosto scorso. Il 22enne, insieme ad un’altra persona in corso di identificazione, dopo un litigio davanti ad un bar di San’Antimo, iniziò a colpire il suo coetaneo con calci e pugni perchè non aveva saldato un debito di venti euro per ‘acquisto di droga.

Le indagini

Le indagini dei carabinieri, svolte anche grazie alla visione delle immagini di videosorveglianza e a testimoni, hanno permesso di raccogliere plurimi elementi indiziari che sono stati avvalorati dal Gip che ha emesso il provvedimento.