La Guardia di Finanza ha effettuato un’operazione sa San Giorgio a Cremano finalizzata a smascherare i cosiddetti “furbetti”. Coloro che percepivano in maniera illecita contributi economici messi a disposizione dal Comune e dalla Regione per le famiglie in difficoltà. A darne notizia il sindaco Giorgio Zinno. Nelle scorse settimane, le Fiamme Gialle di Portici hanno eseguito controlli mirati nei confronti di alcuni soggetti, tutti segnalati dall’Ufficio Politiche Sociali dell’ente. Da chi insomma effettua verifiche costanti sulle domande presentate per ottenere i bonus. Scoperti alcuni cittadini che avevano fatto dichiarazioni mendaci sulla propria condizione economica pur di percepire “buoni spesa” e “il beneficio per l’affitto”.
La scoperta
Dai controlli effettuati dai finanzieri infatti, è emerso che coloro che percepivano il beneficio per l’affitto avevano dichiarato falsamente di non ricevere il Reddito di Cittadinanza o di percepire reddito da lavoro o pensioni, mentre alcuni tra quelli che hanno fatto richiesta per i buoni spesa, avevano dichiarato un Isee inferiore a quello reale. I soggetti sono stati immediatamente segnalati alla Procura della Repubblica e sono stati sospesi i contributi. Tutti dovranno restituire quanto percepito illecitamente.

Il sindaco

“Si tratta di episodi gravissimi, in quanto non solo costituiscono un illecito ma sottraggono un sostegno economico a quei concittadini che ne hanno reale necessità. Ringrazio la Guardia di Finanza per l’attività svolta e per la continua collaborazione con il nostro Ente , al fine di garantire legalità e correttezza sul territorio sangiorgese”, conclude Zinno.