Sottraevano pezzi di ricambio da carcasse di auto che poi davano alle fiamme- Alimentando così il mercato parallelo dei pezzi di ricambio delle auto e sprigionando fumi tossici dai roghi. Due rom residenti negli insediamenti della zona Asi di Giugliano sono finiti in arrestato dai carabinieri. I fatti al termine di indagini condotte insieme alla polizia municipale di Giugliano.

Dei due arrestati non sono resi noti i nomi, l’età e la nazionalità. All’identificazione dei due si è giunti grazie alle immagini dei sistemi di videosorveglianza installati. Insomma, le auto rubate erano poi cannibalizzate e distrutte.