Nel comune Acerra, l’apertura di una voragine stradale ha messo in risalto l’esistenza di quintali di rifiuti seppelliti nel sottosuolo. L’episodio si è verificato nella giornata di lunedì 15 febbraio, nel quartiere Spiniello del comune di Acerra, in provincia di Napoli. Il cattivo tempo e le piogge torrenziali che si sono abbattute sul capoluogo campano hanno portato alla formazione di una voragine in prossimità del complesso residenziale noto come “Parco 900”, situato in via Arafat.

Il “fenomeno”

In seguito al fenomeno, circa un centinaio di famiglie sono corse in strada, scoprendo i quintali di rifiuti interrati nel sottosuolo. Sul posto, inviata una squadra di tecnici incaricata dai costruttori del complesso residenziale di provvedere rapidamente a ultimare i lavori di riparazione. A questo proposito, sulla base delle informazioni rilasciate dai tecnici, il crollo del manto stradale sarebbe causato dalla rottura di una conduttura dell’acqua.

I lavori

Nonostante l’avvio dei lavori di riparazione, però, gli abitanti del “Parco 900” si sono detti estremamente turbati per i rifiuti ritrovati e, per questo motivo, hanno contattato la polizia municipale del Comune di Acerra che ha disposto il sequestro dell’aria in modo tale da poter effettuare tutti i rilevamenti e gli accertamenti del caso.