Chiamavano per prenotare il vaccino, ma non sapevano che al telefono c’era un hacker. Che chiedeva i dati delle carte di credito. Un truffa scoperta in tempo, fortunatamente. Una linea diretta istituita per aiutare le persone nella pianificazione della vaccinazione contro il Covid-19 di Allegheny County in Pennsylvania «ora parzialmente compromessa». Hanno fatto sapere i funzionari della contea. Il servizio aperto giovedì a mezzogiorno per aiutare i residenti di età pari o superiore a 65 anni che non hanno accesso a Internet o necessitano di ulteriore assistenza, ha raccontato la CNN. La contea ospita Pittsburgh, la seconda città più popolosa dello stato.

I problemi in Italia

Un tentativo di raggiro che potrebbe ripetersi ovunque, anche per spirito di emulazione. Ed in tal senso le autorità nazionali fanno sapere che nessuno chiamerà per chiedere di prenotare il vaccino. Inoltre nessuno dovrà mai lasciare dati che vadano oltre nome, cognome, codice fiscale.

La soluzione in Usa

A un certo punto «a metà pomeriggio», il dipartimento della sanità della contea si è reso conto che un hacker stava intercettando i chiamanti e li deviava dalla linea di assistenza senza che loro lo sapessero. «Non sappiamo quale operatore sia stato coinvolto o su quanti chiamanti abbia avuto un impatto. Il problema è stato risolto», hanno spiegato le forze dell’ordine locali.