Castiglione del Genovesi, nel Salernitano, piange Raffaele Coppola. Il giovanissimo morto per un arresto respiratorio a soli 17 anni. A stroncarlo una crisi respiratoria figlio di una bronchite, che si era manifestata solo pochi giorni prima. Aveva febbre alta ed affanno e tutto faceva pensare al Covid, ma i tamponi effettuati erano negativi. In stato di choc anche gli studenti del Liceo De Sanctis di Salerno, la scuola frequentata da Raffaele. Oggi alle 15 ci saranno i funerali presso la chiesa di San Michele Arcangelo.

La diagnosi

Secondo quanto si apprende, Raffaele si era ammalato solo pochi giorni prima: febbre alta e difficoltà respiratorie. Immediatamente si è pensato al covid, ma il tampone negativo aveva escluso questa possibilità. I genitori avevano richiesto una visita domiciliare, proprio per escludere il covid, ma dopo quell’intervento, i medici non avevano ritenuto opportuno portare il ragazzo in ospedale. Le condizioni di Raffaele, poi, sono peggiorate rapidamente in poche ore, fino al tragico epilogo, ieri mattina.