Millantava l’appartenenza a un clan criminale non meglio specificato per rifornirsi continuamente, senza pagare, di generi alimentari in un negozio di via Ripuaria, a Giugliano. Per questo i carabinieri della stazione di Varcaturo hanno arrestato Carmine Giglio, 40enne del posto già noto alle forze dell’ordine, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord. L’uomo dovrà scontare 6 anni e 8 mesi di reclusione per estorsione continuata in concorso aggravata dal metodo mafioso.

L’estorsione

I fatti contestati risalgono al 2017. Alle proteste dei proprietari, l’uomo aveva replicato minacciando di incendiare il negozio, poi tentando di rubare lo scooter a uno di loro. E ancora, aveva messo a soqquadro il negozio portando le vittime, in preda all’esasperazione, a denunciare quanto subito. Giglio è stato rinchiuso in carcere.