“In via Martiri d’Ungheria, il nostro comandante della polizia locale Salvatore Dionisio ha beccato una decina di ragazzi sprovvisti di mascherina, li ha avvicinati, richiamandoli al rispetto delle norme anti-contagio, ma per tutta risposta è stato deriso ed offeso”. A raccontarlo il sindaco di Scafati, Cristoforo Salvati. “Qualcuno gli ha anche rovesciato del caffè sul giaccone, prima di scappare. Tre di loro, di cui uno minorenne, sono stati raggiunti, condotti negli uffici del comando, identificati e sanzionati. Per tutti e tre è scattata la sanzione per violazione delle norme anti-covid. Altri due, in corso di identificazione, saranno denunciati in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale. Mi spiace per i genitori che si vedranno recapitare dei verbali perché i propri figli si sono rifiutati di indossare la mascherina”.

“Tra i ragazzi identificati e sanzionati c’è anche un minorenne per il quale è stato necessario richiedere l’intervento del padre. È necessario che anche i genitori facciano la loro parte, facendo sì che questi comportamenti, incoscienti, non si ripetano nel tempo. Continuiamo a fare appello al senso di responsabilità della gente, ma vedo ancora troppe persone adunarsi e raggrupparsi, per di più senza indossare le mascherine. La curva dei contagi è in continua crescita. C’è bisogno di comportamenti responsabili e di un rispetto rigoroso delle regole. Rischiamo di vanificare tutti gli sforzi fatti in questi mesi. Insieme al comandante Dionisio ieri mattina, c’era anche l’Assessore alla Polizia Locale Alfonso Di Massa che ha assistito alla scena. Li ringrazio per il grande lavoro che si sta svolgendo per il bene della nostra comunità”.