“Una rimodulazione dei pacchetti di misure potrebbe modificare l’efficacia nella mitigazione del rischio”. E’ quanto ha risposto il Comitato tecnico scientifico alla richiesta arrivata dal ministero dello Sviluppo economico sulla ‘riapertura di pubblici esercizi’. “Circa la previsione di rimodulazione delle misure previste nelle diverse fasce di rischio”, sottolineano gli esperti nel parere, “si rimanda alle valutazioni del decisore politico”. In ogni caso, sempre relativamente ai rischi, “sono da considerare le diverse tipologie dei pubblici esercizi, distinguendo” tra ristoranti e bar.

I dati nazionali peggiorano

In 13 regioni sono segnalati casi in aumento, l’Rt e’ in crescita: 0.84 contro lo 0.81 della scorsa settimana. Cosi’ come le regioni a rischio alto (tre contro una di 7 giorni fa). “Si osserva un lieve generale peggioramento dell’epidemia” dicono gli esperti, “in un contesto preoccupante” dovuto alla presenza delle varianti del Covid “in molteplici regioni italiane”. Una fase molto “delicata” e in “contro tendenza” rispetto alla settimana scorsa, dunque, che richiede la massima cautela e la necessita’ di evitare “tutte le occasioni di contatto”. Altrimenti, si potrebbe registrare “un nuovo rapido aumento” del numero dei casi se “non fossero rigorosamente messe in atto adeguate misure di mitigazione sia a livello nazionale che regionale”.