Fino a domani una duplice perturbazione provocherà piogge battenti e locali nubifragi, mentre da venerdì irromperà il gelido burian che ghiaccerà letteralmente l’Italia. Il sito IlMeteo.it segnala che tra oggi e domani transiteranno sull’Italia due perturbazioni. La prima darà i maggiori effetti nella mattinata di martedì sulle regioni centro-meridionali tirreniche. La seconda, per la quale la protezione civile ha diramato allerta arancione su molte regioni, sconquasserà il Nord e ancora una volta il centro-sud tirrenico. Ma questa volta con nubifragi che potrebbero interessare la Liguria centro-orientale, l’alta Toscana, il Lazio meridionale, le coste della Campania (Napoli e Salerno). E infine quelle tirreniche della Calabria (soprattutto il cosentino). Dopo una temporanea pausa soleggiata e pure mite attesa giovedì, da venerdì la scena meteorologica muterà bruscamente.

Dalla Siberia

Dalle lontane steppe russo-siberiane il gelido vento di Burian, dopo aver percorso migliaia di chilometri, farà irruzione sul Paese causando un rapido crollo delle temperature che potranno perdere anche 10-15 gradi in poche ore. Nel weekend di San Valentino, sabato, l’irruzione del Burian darà vita a un vortice ciclonico che piloterà una perturbazione che provocherà nevicate fin su coste e pianure di Toscana, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e Campania (fiocchi possibili ad esempio a Grosseto, Siena, Viterbo, Rieti, Roma, Latina, Caserta, Napoli, Salerno). Al nord avremo un clima glaciale con temperature massime a zero gradi anche di giorno