La Squadra Mobile di Caserta ha arrestato un imprenditore, C. G. di 48 anni, per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate violenza sessuale aggravata. Atti orribili compiuti nei confronti della moglie anche, anche in presenza della suocera e di figli minori. Un calvario che andava avanti dal 2003. Alla fine la donna si è decisa a denunciare il suo marito-aguzzino. Emergeva così che l’imprenditore casertano arrestato costringeva la donna a regimi di vita insostenibile, caratterizzati da privazioni, umiliazioni, sopraffazione vessazioni di ogni genere.

I fatti

Spesso l’uomo aggredita senza motivo la moglie, il più delle volte in preda ad alterazione psicofisica dovuto all’uso di sostanze stupefacenti. C. G. inoltre si disinteressava completamente dello stato di salute della donna, affetta da una grave malattia privando ad ogni forma di supporto morale e materiale. Giungendo persino a costringerla a consumare rapporti sessuali non voluti. Su disposizione della Procura di S. Maria C. V. è stato posto ai domiciliari.