È il centro di Castellammare di Stabia il luogo della diffusione del Coronavirus che in questi giorni sta facendo impennare la curva dei contagiati. Di conseguenza, le ambulanze sono di nuovo in fila davanti al pronto soccorso e le sirene rompono il silenzio della giornata, facendo accapponare la pelle. «Contagi in aumento in linea con il dato regionale. Unico dato confortante l’alto numero dei guariti» dice il sindaco Gaetano Cimmino. Eppure a impensierire i genitori è anche l’aumento del numero dei giovani positivi al Coronavirus. La Regione Campania e l’Asl Na 3 Sud hanno comunicato che sono 64 i cittadini di Castellammare di Stabia risultati positivi al Covid-19 nella giornata del 5 febbraio. La metà di essi presenta sintomi della malattia, i restanti sono asintomatici. Tra i nuovi contagiati ci sono otto bambini tra i 3 ed i 7 anni e 11 ragazzi tra i 10 ed i 17 anni.

I dati

Sono stati lavorati complessivamente 247 tamponi. «Monitoro costantemente la situazione e già nelle prossime ore convocherò nuovamente il tavolo permanente con le scuole che abbiamo insediato nei giorni scorsi» avverte Cimmino. C’è nell’aria il rischio di altre chiusure. «Per quanto riguarda proprio il mondo della scuola – aggiunge il sindaco – mi stanno pervenendo segnalazioni. Si tratta di comportamenti da parte di alcuni genitori che, se confermati, sarebbero al limite dell’assurdo. E ootrebbero anche scattare denunce penali. Non è possibile accompagnare i propri i figli a scuola nonostante sintomi sospetti, contatti con sospetti. O addirittura in attesa dell’esito del tampone dei piccoli o dei propri familiari».