Ha tentato la più classica delle truffe agli anziani, recarsi a casa del malcapitato chiedendo soldi per conto del figlio in difficoltà. Stavolta, però, la vittima designata era la madre di un poliziotto della Questura di Napoli che proprio nel momento della truffa è tornato a casa. Così ha potuto mettere in manette Salvatore Puccinelli, 72enne. Il fatto è avvenuto ieri a Nola dove il poliziotto vive insieme alla madre. Era circa mezzogiorno e l’assistente capo era tornato a casa. Qui ha trovato la madre con dei soldi sul tavolo. Quando ha visto la scena ha chiesto alla donna cosa stesse facendo, e lei gli ha raccontato che era stata chiamata più volte da un uomo che diceva di essere proprio il figlio. E gli aveva detto di avere urgentemente bisogno di 5mila euro, e che di lì a poco a casa sarebbe arrivato un avvocato a ritirare il danaro. Il figlio ha, quindi, chiesto alla madre di stare al gioco e di attendere il fantomatico avvocato.

La cattura

Quando questi ha chiamato dicendo di essere sotto casa a scendere è stato il figlio poliziotto. Il 72enne, vestito di tutto punto, ha subito capito di essere stato incastrato e ha tentato di dileguarsi, una volta bloccato, però ha reagito violentemente nei confronti dell’agente. Durante l’arresto lo ha minacciato dicendo di essere un uomo del clan Puccinelli e che si sarebbe vendicato. Puccinelli è stato ammanettato e portato presso la cella di sicurezza della Questura in attesa di rito direttissimo.