Home Cronaca Multati a Napoli Est, rivolta degli ambulanti abusivi: minacce di morte agli...

Multati a Napoli Est, rivolta degli ambulanti abusivi: minacce di morte agli agenti

Su Facebook è divenuto virale il video in cui una donna inveisce contro gli agenti della Polizia Municipale dopo che questi hanno sequestrato veicolo e merce ai suoi figli che praticavano commercio abusivo. L’episodio è avvenuto nel quartiere periferico napoletano di Barra. “Sappiamo da fonti certe che le cose sono andate in questo modo. Due agenti della Municipale del comando di San Giovanni a Teduccio hanno notato in via delle Repubbliche Marinare a Barra un’attività di vendita che occupava interamente, in modo sospetto, un marciapiede». Lo racconta il consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli che aveva già denunciato pubblicamente la vicenda.

La feroce protesta

«Gli agenti hanno chiesto permessi e documenti ai venditori ambulanti che hanno riferito di non aver alcun permesso. Poi hanno cominciato ad inveire contro i due vigili e a circondarli. In seguito hanno anche tentato di fuggire con il loro veicolo, un’Apecar, ma tempestivamente uno degli agenti è riuscito a sequestrare le chiavi del mezzo».

L’intervento di altri familiari

«A quel punto sono intervenuti anche altri familiari dei venditori abusivi, tra cui la loro madre. Ha quindi cominciato ad inveire contro gli agenti e a lanciargli contro la merce posta sotto sequestro che è anche sparpagliata per strada per creare un blocco stradale. Nonostante le resistenze i due agenti della Municipale sono riusciti a condurre a termine l’operazione. Sequestrati alla fine la merce, il veicolo, che tra l’altro è risultato rubato nel 2019. Tutti i protagonisti di questo episodio sono stati denunciati. Noi ovviamente ora ci aspettiamo condanne molto severe perché intollerabile che chi vive nell’illecito pretende pure di essere dalla parte della ragione ed inveisce contro le autorità».

Exit mobile version