Un decesso ogni 24 ore e 200 telefonate al giorno al 118 per casi di Covid sul territorio. La direzione della Asl Napoli 3 Sud è in affanno e, per giunta, in difficoltà a causa di un improvviso esodo di medici anestesisti dal Covid-hospital di Boscotrecase, proprio in questo momento di maggiore incremento del numero dei contagiati. Si era diffusa addirittura la
notizia – smentita dall’Asl competentedella chiusura della Rianimazione del Covid hospital di Boscotrecase. La situazione, spiega l’Asl Napoli 3 Sud, è la seguente “alcune unità hanno lasciato l’ospedale perché hanno vinto il concorso al Policlinico di Napoli”. Pertanto, per fare fronte alla carenza di specialisti, la direzione dell’Asl sta perfezionando un accordo con anestesisti provenienti dall’Asl Napoli 2 Nord, in regime di auto-convenzionamento, che garantiranno le ore necessarie.

La direzione della Asl Na 3 informa di aver contemporaneamente “chiesto il supporto di tutte le risorse presenti nell’azienda per tamponare le momentanee criticità emerse nella Rianimazione del Covid hospital di Boscotrecase”, dovute – afferma ancora la Asl – alla carenza di medici anestesisti, con l’obiettivo di mantenere inalterato il livello attuale dei servizi. Intanto, il prossimo 26 febbraio, si concluderà il concorso per l’assunzione di 15 anestesisti destinati al Covid hospital di Boscotrecase e alle altre strutture ospedaliere aziendali. Continua, intanto, il “balletto” di cifre, sui contagiati.