In Campania dopo il rientro in presenza la settimana scorsa dei ragazzi delle scuole medie, questa mattina è toccato agli studenti delle classi superiori. Il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, ha lasciato ai dirigenti scolastici la scelta sull’organizzazione scolastica: dalla percentuale di studenti in presenza, alle modalità di ingresso degli alunni e la possibilità di continuare con la didattica a distanza agli studenti. Questa mattina, però, a Napoli è giornata di scioperi e agitazioni degli studenti. Ressa, intanto, registrata alla stazioni della metropolitana e sui bus.

Licei in protesta

I ragazzi dei licei Pansini e Sannazzaro, ad esempio, non sono entrati in classe. Anche altri istituti hanno organizzato proteste o preferito non entrare in aula. Chiedono maggiore sicurezza negli edifici scolastici, trasporti pubblici all’altezza e presidi medico-sanitari nelle scuole.