Ritorna gradito ospite nella nostra Rubrica, il Prof. Marcello Tirrito, preparatore atletico professionista ed ex allenatore fisico del Torino. Oggi ci parla della “velocità” nel Calcio.

Un calciatore ha bisogno di essere veloce?

Per descrivere questa capacità condizionale, è necessario rappresentare subito l’equilibrio. Per equilibrio intendo una capacità di saper controllare il proprio corpo durante una perturbazione esterna, dove per perturbazione esterna intendo uno stimolo “fuori dal corpo” (non solo) che obbliga a riposizionare il corpo stesso in una postura ottimale per non cadere! La capacità di controllo del corpo, dipende da molti fattori fisiologici.

Nello sport e specialmente nel calcio moderno, è un ottimo strumento per gestire e controllare la capacità di corsa ad alta intensità.

Tornando a noi; frequentemente, sentiamo parlare di “velocità” di una squadra o di un singolo giocatore, in particolare durante le telecronache di calcio la associa ad un giocatore o ad una squadra. Bene, non possiamo collegare la velocità del calciatore a quella che si manifesta negli sprinters.

Erroneamente, si è diffusa questa convinzione. Vi spiego il perché non è così.

Per capire se un calciatore è veloce, dovremmo valutare dei parametri biomeccanici e chinesiologici propri del movimento umano durante la corsa, ossia: la frequenza ed il ritmo dell’appoggio dei piedi a terra, e soprattutto l’ampiezza del passo stesso, ma il dato più importante è la limitata lunghezza del campo a disposizione.

Si, perché l’espressione della velocità si può ottenere al termine della fase di accelerazione, ovvero dopo i primi 60 metri, dopodiché cambiano gli indicatori di valutazione: postura che da orizzontale, via via diventa più verticale; la frequenza del passo aumenta e diminuisce l’ampiezza.

Possiamo quindi capire che nel calcio, non esiste lo spazio adeguato per esprimere velocità massima o di picco, se non per qualche tempo e non frequentemente. Si parla quindi solo di capacità di accelerazione.

Possiamo solo abbinare la velocità alla rapidità di decisione con e senza palla, rapidità o velocità d’anticipazione e di percezione.

Un consiglio, provate con attenzione ad osservare quante volte un giocatore di calcio esprime la massima velocità durante una gara, soprattutto se rispetta gli indicatori biomeccanici accennati sopra.

Buona osservazione!