Trasportavano oggetti atti ad offendere senza le dovute autorizzazioni. Per tale motivo i militari della Stazione Carabinieri Parco di Viggianello hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Lagonegro due persone. La denuncia è avvenuta a seguito di un controllo in località Fagosa-Serrapollo, del Comune di Castelluccio Inferiore (PZ), località ricadente nel Parco Nazionale del Pollino, al fine di prevenire e reprimere eventuali atti di bracconaggio. Durante tale controllo fermato un autocarro con a bordo i due uomini, uno di Rocca Imperiale (CS) ed un altro di San Gennaro Vesuviano (NA), con all’interno diversi borsoni e otto cani da caccia. Dopo aver constatato che i cani erano regolarmente detenuti si è proceduto alla perquisizione del veicolo.

L’inventario

Occultate nei vani portaoggetti dell’automezzo e in alcuni borsoni ritrovati armi ed oggetti atti ad offendere, detenuti in assenza delle autorizzazioni previste. In particolare nella fattispecie sono stati rinvenuti due coltelli da cucina; una mannaia, tre coltelli a serramanico, due pugnali ed un pugnaletto. Si è inoltre proceduto anche al controllo delle armi in loro possesso presso il proprio domicilio. Si è pertanto proceduto al sequestro dei coltelli e alla denuncia dei due soggetti.