Il Covid ha spento anche la “voce” dell’ippodromo di Agnano. Salvio Cervone non ce l’ha fatta, è deceduto stamane dopo una lotta impari. 76 anni, rampollo di una nota famiglia napoletana, Salvio in gioventù era stato un campione del trotto, gentlemen tra i più vincenti ed apprezzati. Ma anche, insieme al papà Franco ed al fratello Antonio, allevatore di successo.

Fu prima fantino

In età matura, appeso il frustino al chiodo, per alimentare la sua passione, si era trasformato in cronista. Molto conosciuto in città, Salvio, grazie alla tv delle corse, era diventato una star. La sua narrazione delle corse era condita sempre da frasi particolari, aveva creato una nuovo linguaggio tanto da avere imitatori anche all’estero tra i cronisti di mezza Europa. Salvio sarà ricordato oggi con minuto di raccoglimento durante le corse all’ippodromo di Agnano.