Un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip di Napoli su richiesta della Direzione distrettuale antimafia partenopea, eseguita dalla Squadra mobile di Napoli e dagli agenti del Commissariato Vicaria Mercato nell’area delle cosiddette Case Nuove. Destinatari dell’ordinanza 4 pregiudicati, Ciro, Giuseppe, Pasquale e Riccardo Marigliano rispettivamente di 58, 35, 67 e 29 anni. Ritenuti quindi responsabili dei delitti di tentata estorsione e lesioni personali commessi con il metodo mafioso. E ad eccezione di Pasquale Marigliano, di concorso in detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le loro zone

Le indagini hanno permesso di far luce sul tentativo, messo in atto nel gennaio 2020, di costringere un acquirente a pagare il corrispettivo dello stupefacente cedutogli. L’uomo finì infatti accoltellato al torace e picchiato al capo con un bastone. I Marigliano risultano da tempo dediti alle attività in materia di stupefacenti, controllando parte del mercato illecito. Alimentati grazie agli acquisiti dal clan Caldarelli, operante nelle Case Nuove e legato ai Mazzarella.