Dopo la brasiliana, anche la sudafricana. Il primo caso in Italia della variante riscontrato ancora una volta a Varese. «E’ in corso di valutazione presso l’Ospedale dell’Asst Sette Laghi il primo caso di variante sudafricana di Sars-Cov-2, ad oggi, osservato in Italia». Si legge in un comunicato dell’azienda sanitaria del comune lombardo. La variante sudafricana è riscontrata in un uomo rientrato nei giorni scorsi da un paese africano all’aeroporto di Malpensa. Risultato poi positivo ad un tampone eseguito presso l’ospedale di Varese.

L’identificazione

Qui l’uomo si trova ora ricoverato e proprio qui la variante è identificata dal Laboratorio di Microbiologia. Il campione sarà inviato per la conferma prevista all’Istituto Superiore di Sanità.