Due morti e un nuovo deciso incremento nel numero dei contagi da Covid-19 nell’area vesuviana. E’ quanto si evince dai dati forniti dai sindaci di Torre Annunziata e Torre del Greco, due delle citta’ piu’ colpite nella provincia di Napoli. Qui sono chiuse le scuole e ci sono altre misure per provare a contenere la risalita dei casi. A Torre Annunziata il primo cittadino Vincenzo Ascione ha fatto sapere che a perdere la vita dopo essere risultato positivo al tampone è un uomo di 86 anni.

Il lutto a Torre Annunziata

”Siamo costretti a piangere la quarantesima vittima del Covid nella nostra citta’ – afferma il sindaco – Questo maledetto virus sta sottraendo tantissime persone all’affetto dei propri cari, circostanza che provoca in tutti noi angoscia e dolore. L’amministrazione comunale si stringe idealmente intorno ai familiari, ai quali esprime le proprie condoglianze”. Nelle ultime 24 ore inoltre al Comune vesuviano comunicati 45 nuovi casi di contagio a fronte delle 15 guarigioni accertate nello stesso arco temporale. Aspetto questo che porta a 947 il numero dei cittadini attualmente positivi, di cui otto risultano ricoverati.

Torre del Greco

Una vittima a causa dell’emergenza epidemiologica viene segnalata anche nella vicina Torre del Greco dal sindaco Giovanni Palomba. Si tratta di D.A.G., 84 anni, la cui positivita’ al virus – come informa il primo cittadino attraverso una nota diramata dal suo portavoce – e’ stata accertata post-mortem. Sale a 99 il numero delle vittime a causa del Coronavirus da inizio pandemia. ”Esprimo massima vicinanza – le parole del primo cittadino – alla famiglia del nostro concittadino scomparso. Il mio sincero cordoglio, unito a quello dell’intera amministrazione comunale, va ai parenti tutti”.

L’Asl Napoli 3

Notevole anche l’incremento dei contagi, visti i 67 casi comunicati al Centro operativo comunale da Asl Napoli 3 Sud e unita’ di crisi regionale, contro le 19 guarigioni relative alle ultime 24 ore. Sale cosi’ a 740 il numero dei cittadini di Torre del Greco attualmente positivi al Covid, 39 dei quali risultano ospedalizzati.