Ieri mattina al treno della Circumvesuviana partito da Napoli Porta-Nolana alle 11:25, e in arrivo a San Giorgio a Cremano, si è rotto un pantografo. Di conseguenza si è verificato anche il cedimento della linea aerea, per cui si è avuto l’immediato il blocco della circolazione su due linee ferroviarie. La Napoli-Sorrento e Napoli-Scafati-Poggiomarino. I treni provenienti da Sorrento e da Poggiomarino sono limitati ad Ercolano, da cui poi ripartivano in direzione opposta e quelli in partenza da Napoli. Le cause della rottura sono ancora da accertare, i treni coinvolti sono della serie T21R, cioè quelli ristrutturati recentemente. Insomma i revampizzati. I viaggiatori presenti sul convoglio, scortati dal personale ed in sicurezza, hanno potuto raggiungere  a piedi la stazione poco distante. A darne notizia è il sindacato Orsa.

Il sindacato

“A complicare una mattinata già complessa a causa di guasti ai treni su altre linee della Circumvesuviana e per una frana che ha bloccato la linea ferroviaria Benevento-Napoli, c’è anche la gestione fallimentare di questo disservizio. Viaggiatori in attesa nelle stazioni abbandonati a loro stessi per almeno 3 ore. In assenza di informazioni precise se non fino alle 14, quando finalmente è stato organizzato un servizio automobilistico sostitutivo, con un bus tra Napoli ed Ercolano. Ma  è stato largamente insufficiente, sia per i malcapitati viaggiatori restanti e sia per le poche corse che ha effettuato”.