Ieri mattina gli agenti della Polizia di Frontiera Aerea dell’Aeroporto Internazionale di Capodichino, hanno accertato che una donna, in partenza per il  Marocco, aveva esibito una certificazione medica falsa. Attestava l’esito negativo del tampone rinofaringeo per Covid-19. Il documento l’aveva venduto poco prima da un individuo all’interno dell’aeroporto al prezzo di 50 euro.

Le ricerche

I poliziotti, grazie alle descrizioni fornite dalla donna e tramite il sistema di videosorveglianza interno, sono riusciti ad individuare e fermare l’uomo. Si trovava all’ingresso dello scalo aereoportuale, e lo hanno trovato in possesso di 9 certificati di tamponi da Covid 19. Inoltre aveva un cellulare, di un blocchetto per appunti e di 6.678 euro.

Due persone coinvolte

B.S., 45enne marocchino con precedenti di polizia, denunciato per ricettazione e vendita o acquisto di cose con impronte contraffatte di una pubblica autenticazione o certificazione; mentre la donna, una 29enne marocchina, è stata denunciata per uso di atto falso.