Alle prime ore dell’alba i Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli hanno dato esecuzione ad un provvedimento cautelare emesso dal GIP del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 4 indagati. Sono ritenuti gravemente indiziati, in concorso tra loro, di “rapina aggravata, sequestro di persona e tentate rapine aggravate”.

Le indagini

L’attività investigativa ha permesso in particolare di documentare l’operatività di un gruppo di soggetti dediti alla commissione di rapine in danno di autotrasportatori, operante in Napoli e provincia.

Operazione condotta congiuntamente dalla Sezione Operativa della Compagnia di Castello di Cisterna e dalla Stazione di Sant’Anastasia. Tutto avviato all’indomani di una rapina con contestuale sequestro di persona.

Ricostruito compiutamente un episodio consumato avvenuto l’11.11.2020 a Napoli, conclusosi con il rilascio della vittima a Sant’Anastasia. Nel corso di cui l’autotrasportatore finì temporaneamente sequestrato per consentire la sottrazione di un carico di pneumatici del valore economico stimato in circa 30 mila euro.

Gli altri episodi

E ancora due episodi tentati, non portati a compimento per la reazione delle vittime, avvenuti, il primo in Casoria il 30.12.2020. Nel mirino il titolare di una rivendita di tabacchi che, a bordo di un’auto, stava trasportando un carico di 10 mila euro. Il secondo in danno di un autotrasportatore di calzature (del valore di circa 200.000 euro). Gli arrestati sono tutti nella Casa Circondariale di Napoli-Poggioreale.