“E’ uno sciacallaggio quotidiano a danno delle nostre auto. I furti avvengono in pieno giorno e anche sul viale principale. Fino a qualche anno fa l’auto veniva rubata del tutto, adesso siamo di fronte a furti parziali. Ieri mattina a fine turno, alle 14, un collega ha ritrovato la sua vettura senza fari e senza cruscotto. Abbiamo inviato un esposto alla Direzione Generale e ai carabinieri, la faccenda va portata a livello istituzionale”, ha tuonato Luca Scognamiglio, incaricato su Napoli del Segretariato Italiano Giovani Medici.

Le reazioni

“Il parcheggio del Policlinico, dunque, funziona come negozio di ricambi auto. Dalle macchine in sosta i delinquenti rubano ciò che gli occorre per poterlo poi rivendere. Anche in pieno giorno, ciò dimostra che si può agire indisturbatamente. Dunque qual è il senso dei varchi presidiati, come si può uscire tranquillamente con un cruscotto sotto il braccio senza destare l’attenzione dei vigilanti? I furti quotidiani alimentano il mercato nero, si indaghi per accertare che non ci sia connivenza tra i ladri e chi è pagato per controllare che ciò non accada. Si intervenga per interrompere questa indecente escalation a danno di chi al Policlinico lavora per salvare vite”. Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde a cui i medici del Policlinico hanno rivolto un’accorata richiesta d’aiuto.