Anche oggi a Napoli, primo giorno di zona arancione, tanta folla in giro per la citta’, tra lungomare, strade del centro e al Vomero. Molta gente in strada, un affollamento ‘agevolato’ anche dalla splendida domenica di sole. Con il passaggio della Campania dal giallo all’arancione, il consumo in bar, pasticcerie e ristoranti, e’ possibile solo con asporto. In qualche zona si sono registrate file davanti ai locali per caffe’ e bevande da portare via.

Ristoranti e bar chiusi

I ristoratori del lungomare di Napoli anche oggi esprimono tutto il loro rammarico perche’, a fronte delle restrizioni entrate in vigore con la zona arancione – con impossibilita’ per i clienti di sedersi ai tavoli – proprio di fronte a loro sono tantissime le persone in strada. Inevitabili gli assembramenti e qualcuno non indossa la mascherina. Ma il serpentone umano si snoda anche lungo via Toledo per arrivare in piazza Plebiscito e a Chiaia cosi’ come molta la gente in strada nelle vie dello shopping e nel quartiere collinare del Vomero. Tra i locali costretti dalla zona arancione a servire solo con l’asporto c’e’ lo storico Caffe’ Gambrinus che aveva riaperto dopo il passaggio precedente in zona gialla. Particolare attenzione, come negli altri bar, ad evitare assembramenti di persone all’esterno.