Aggressioni al personale sanitario, nel Napoletano: due i casi, a Giugliano ed a Frattamaggiore. Qui i carabinieri della locale Stazione hanno denunciato in stato di liberta’ un 42enne di Arzano che era all’ospedale “San Giovanni di Dio”. Il personale sanitario del 118 aveva trasportato in ambulanza la moglie del 42enne che era risultata affetta da covid-19 ed in stato di gravidanza. L’uomo, in preda ad agitazione, ha chiesto notizie al medico di turno sulle condizioni della moglie. Ma poi ha sferrato un calcio alla porta d’ingresso del pronto soccorso. La porta – di rimbalzo – ha colpito il volto del medico procurandogli infatti un ematoma alla fronte.

Giugliano

A Giugliano in Campania i carabinieri della locale stazione hanno denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio un 39enne di Melito, noto alle forze dell’ordine. L’uomo, trasportato all’ospedale di Giugliano per delle ferite al volto, in evidente stato di alterazione da abuso di sostanze alcoliche e senza alcun motivo apparente, ha colpito con degli schiaffi in faccia il medico di turno del Pronto Soccorso ed il vigilantes di servizio che aveva cercato di aiutare il medico.