Gli abusi la avevano portata anche a ferirsi da solo per punirsi. Una ragazzina di meno di 16 anni violentata nel Sannio e, dopo una indagine coordinata dalla procura e delegata alla Squadra Mobile, il gip di Benevento ha emesso una misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di un uomo di 60 anni. Deve rispondere di violenza sessuale pluriaggravata in danno della nipote, minore degli anni 16. Le indagini hanno mostrato che da giugno 2016 a novembre 2018, l’indagato ha abusato dell’adolescente.

Il ruolo determinante della madre

All’inchiesta hanno contribuito le dichiarazioni della madre della minorenne nonche’ quelle di altre persone informate sui fatti, e un incidente probatorio espletato nel febbraio 2020. In seguito alle violenze subite, la vittima aveva una sindrome da stress post traumatico che l’aveva portata ad avere incubi notturni e crisi respiratorie. Poi ad autoinfliggersi lesioni corporali procurandosi una serie di ferite, disturbo accertato in sede di indagini preliminari da un consulente tecnico nominato dal pm.