L’Unità di Crisi della Regione Campania è al lavoro per preparare la fase successiva della vaccinazione del covid19. Quella, insomma, che andrà oltre i sanitari e comincerà a comprendere la popolazione. Dall’Unità di Crisi fanno sapere che sono in fase di preparazione gli elenchi di tutte le categorie, in modo da essere pronti a scattare appena ci sarà via libera dal governo, con l’annessa fornitura di vaccini, per le diverse categorie. Pronti quindi gli elenchi di cittadini sopra gli 80 anni e di cittadini sopra i 60 anni con patologie croniche. Ma anche di insegnanti e personale scolastico, forze dell’ordine, personale dei trasporti pubblici.

La profilassi di massa

Nell’ambito della vaccinazione di massa potrebbero essere utilizzati anche i medici di base. Ma solo con vaccini diversi da quello Pfizer, che necessitino di una conservazione più facile senza bassissime temperature. Dall’Unità di Crisi della Campania emerge anche una preoccupazione per le indiscrezioni filtrate dal governo su una distribuzione del vaccino di Moderna a Regioni con maggior numero di anziani, visto che la Campania è tra le Regioni con l’età media tra le più basse d’Italia.