Addio a Domenico Di Giacomo, il 25enne di Caserta rimasto ferito in seguito ad una forte esplosione provocata dai botti la sera di Capodanno. Troppo gravi le ustioni riportate. Di Giacomo è morto in ospedale dove si trovava ricoverato in prognosi riservata da poco dopo la mezzanotte del nuovo anno.

I petardi messi insieme e fatti esplodere

Secondo quanto accertato dai carabinieri, che indagano sul caso, Di Giacomo, insieme a due fratelli, intorno alla mezzanotte e mezza, quando le esplosioni dei botti sembravano diminuire, hanno ammassato a mo’ di piramide numerosi petardi per ottenere una grossa e rumorosa deflagrazione, sono rimasti feriti nell’onda d’urto, e sono così finiti in ospedale in gravi condizioni. Il 25enne era il più grave dei tre. Si attendeva il trapianto di pelle ma purtroppo il suo cuore ha smesso di battere.