Dopo la decisione del Tar Campania su scuole elementari e medie, si attende per oggi il verdetto sulle scuole superiori, figlio di un altro ricorso da parte di gruppi di genitori no-Dad. Sull’eventuale riapertura degli istituti superiori l’assessore all’Istruzione della Regione Campania, Lucia Fortini, ha sottolineato questa mattina ai microfoni di Radio Crc. “Ritengo che se il Tar non dovesse bocciare l’ordinanza del presidente De Luca è plausibile che la didattica in presenza per le superiori parta l’1 febbraio. Dando quindi il tempo per l’organizzazione agli istituti e ai trasporti. Tutto questo non senza preoccupazioni”.

I timori

Poi, rispetto ai timori della riapertura degli istituti, ha aggiunto: “A me quello che preoccupa sono le ripercussioni sulla curva pandemica. Quando fanno obiezione della Campania zona gialla, a differenza delle Regioni rosse dove si va a scuola, dico sempre: questo colore è il frutto delle scelte che abbiamo fatto. Lo stesso decreto nel suo dispositivo dice che i contagi non si sono fermati con la scuola chiusa, ma questo noi lo sappiamo perché non è l’unico luogo dove si trasmette il virus, altrimenti avremmo già sconfitto il Covid in tutto il mondo”.