Continua l’azione di controllo dei Carabinieri del Comando per la Tutela Ambientale, coordinati dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata. Azione dunque per contrastare il fenomeno delle violazioni in materia ambientale presso i principali impianti produttivi e di trattamento di rifiuti in provincia di Napoli. Nel corso dell’ultima settimana, i Carabinieri del Noe di Napoli, supportati dai militari del Gruppo CC di Torre Annunziata, nel corso di pianificate attività di verifica nell’ambito del polo nautico ex area Aprea Mare. Complesso ubicato nel Comune di Torre Annunziata e gestito dalla società Condominio Marina di Torre Annunziata.

Lo scenario

All’interno insistono aziende operanti nel settore dell’alaggio, rimessaggio e manutenzione natanti. Accertato che l’impianto di depurazione per le acque nere, di dilavamento e meteoriche a servizio dell’intero polo nautico presentava gravi malfunzionamenti che ne hanno compromesso il funzionamento. Tanto che i rifiuti liquidi, accumulati all’interno di una vasca di accumulo, tramite un sistema di bypass e pompe sommerse erano sversati. Quindi erano smaltiti direttamente sul nudo terreno.