L’Eav appronta la bozza del piano trasporti in attesa di sapere quando rientreranno in presenza i ragazzi delle scuole superiori. Sono state individuate 18 tratte-linee “a rischio”; otto ferroviarie vesuviane e flegree e dieci su tratte delle proprie linee su gomma. Sono previsti 65 autobus che interverranno sulle linee interessate: 22 dell’Eav e 43 autobus di noleggio con conducente. Gli Istituti scolastici hanno provveduto ad inviare, fino a pochi giorni fa, il dettaglio degli orari e del numero degli studenti interessati: sul territorio servito da Eav sono presenti più di cento istituti superiori. Appena completato l’esame delle informazioni ricevute, l’azienda provvederà a comunicare in maniera puntuale gli orari di partenza e l’elenco delle corse che si realizzeranno.

Vertice in prefettura

Oggi è prevista un’ulteriore riunione in Prefettura. Nell’area metropolitana di Napoli agli studenti delle superiori sono circa 164 mila, di cui 44mila utilizzano il trasporto pubblico divisi tra capoluogo e provincia. «Con la riduzione al 50% in presenza parliamo di 11 mila studenti. «Con due turni di ingresso saranno 5500 studenti a turno, di cui di competenza Eav si stima 4.500» si legge in una nota dell’azienda che stima di portare i due terzi di questi studenti a turno con i propri mezzi ordinari ed un terzo con i 65 bus aggiuntivi».