Il prefetto di Napoli, Marco Valentini, all’esito della riunione del Comitato operativo per la viabilità, alla quale hanno partecipato rappresentanti della Regione Campania, della Città metropolitana di Napoli, del Comune di Napoli. Con loro anche la questura, del Comando provinciale carabinieri, del Comando provinciale guardia di finanza, della sezione polizia Stradale, del Centro operativo autostradale. E ancora il Comando provinciale vigili del fuoco, del servizio Emergenza Sanitaria-118, dell’ Anas. Il prefetto ha adottato il decreto di aggiornamento del Piano operativo. Servirà per la gestione delle emergenze in materia di viabilità connesse al rischio neve sui tratti stradali e autostradali. In particolare si teme per A1, A16, A30, A56, Tangenziale di Napoli zona collinare.

Freddo in arrivo

Il Piano in questione si pone l’obiettivo di definire, pianificare e coordinare le iniziative da adottare per la gestione delle situazioni di crisi durante la stagione invernale. In particolare lungo le arterie stradali, autostradali e di viabilità ordinaria correlate, ricadenti in questa area metropolitana. Il fine è quello di garantire una circolazione ordinata e sicura, ed interventi immediati in caso di crisi del traffico o di gravi sinistri stradali. La procedura è, quindi, volta a garantire l’attuazione di idonee misure preventive e di intervento. E anche di percorsi alternativi, in conformità agli indirizzi definiti da Viabilità Italia, al fine di affrontare l’emergenza, fin dal primo insorgere.