“Vogliamo certezza, rientro in sicurezza”. E’ questo lo slogan che da lunedi’ sta accompagnando le rivendicazioni degli studenti delle scuole superiori di Napoli. Gli alunni chiedono di poter tornare in classe senza rischiare di esporsi al contagio. Poche parole ma significative per un motto che da stamattina si puo’ leggere a chiare lettere su uno striscione all’esterno del Gian Battista Vico,

I precedenti

Dopo il Labriola di Fuorigrotta anche il Liceo di via Salvator Rosa e’ stato occupato dagli studenti che continuano a manifestare sulla scia della protesta avviata due giorni fa con un presidio statico davanti alla sede della Regione Campania a Santa Lucia. Maggiori fondi destinati all’edilizia scolastica, potenziamento dei trasporti pubblici, sportelli di ascolto, presidi medico-sanitari all’interno dei plessi e maggiori assunzioni di personale Ata e docenti. Sono solo alcune delle rivendicazioni degli studenti che pero’, a pochi giorni dal rientro in aula fissato per il primo febbraio a seguito della pronuncia del Tar regionale, sono preoccupati soprattutto sul tema della salute.