A Nocera Inferiore i medici salvano mamma e bimba. Dopo 9 mesi Vittoria torna a Sorrento dalla famiglia. Vittoria nata prematura all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, può tornare a casa, a Sorrento. Dalla sua mamma che in pieno lockdown, lo scorso 23 aprile, finì d’urgenza all’Umberto I perché colpita da un’emorragia celebrale. «Dovevamo decidere se salvare lei o la bambina, ma abbiamo salvato entrambe» spiegano commossi i medici che, con forza d’animo e competenza, hanno compiuto il doppio miracolo. Ieri Vittoria ha lasciato l’ospedale ed è finalmente a casa.

Il medico

Su Facebook il medico della Tin, Attilio Barbarulo, ha raccontato la vicenda.  «La bambina quando è arrivata in Tin – spiega il primario Ignazio Franzese – pesava 870 grammi, la dimettiamo che pesa quasi 6 chili. Aveva difficoltà respiratorie oltre agli altri problemi dei bambini prematuri». Vittoria è stata anche sottoposta ad un intervento cardiochirurgico per chiudere il dotto di Botallo. «Per evitare di trasferirla a Napoli – racconta Franzese – un’equipe del Monaldi l’ha operata a Nocera. Tutto è andato bene».