Uno show neomelodico improvvisato all’interno di un cimitero. Lo riporta il consigliere regionale verde Francesco Borrelli che cita un video pubblicato su tik tok e poi diffuso sulle altre piattaforme social. “Nel filmato in questione – spiega – nel quale compare in sovraimpressione una scritta che recita. ‘Non ho parole’, si vede un uomo che, simulando un microfono davanti alla bocca, da’ vita ad un breve spettacolo. Canta in playback una canzone neomelodica in lingua napoletana tra i loculi di un cimitero”.

Rispetto per i defunti

“Uno spettacolo assolutamente deplorevole. Tanta gente – sottolinea Borrelli – non ha rispetto per niente e per nessuno ma violare addirittura un luogo come un cimitero, offendo la memoria dei defunti, per manie di protagonismo e’ qualcosa che supera ogni limite, ha mancato di rispetto ai defunti e ai loro cari. Se a questa persona e’ rimasto un briciolo di dignita’ si faccia avanti, chieda scusa per lo spettacolo indegno che ha offerto e faccia un appello pubblico invitando gli altri a non seguire il suo pessimo esempio.

Il precedente di Caiafa

C’e’ davvero poco rispetto per i morti, a questo show neomelodico si aggiunge l’episodio dello scorso dicembre i cui gli amici del baby-rapinatore Luigi Caiafa festeggiarono il 18esimo compleanno del ragazzo, morto durante un tentativo di rapina, al cimitero con assembramenti, cori e fumogeni, dimostrando una totale mancanza di rispetto per i defunti ed i loro cari. Questa stessa gente e’ poi quella che chiede rispetto per i morti ma dovrebbero ricordarsene prima loro”.