“La terza ondata e’ una certezza, l’Istituto superiore di sanita’ valutera’ l’andamento dei contagi nella prossima settimana, il peggioramento potra’ avvenire a meta’ mese”, a dichiararlo e’ il professor Fabrizio Pregliasco, virologo e presidente Anpas, ai microfoni di Radio Crc Targato Italia, intervenuto nella trasmissione “Barba e capelli”. La Campania e’ tra le regioni con il tasso di mortalita’ piu’ basso per Covid ma registra ancora numeri alti di positivi al giorno: “I contagi dipendono da variazioni legate alla densita’ abitativa, ai contesti, alla demografia. Il capoluogo e’ sempre piu’ pericoloso dei comuni piccoli e mal collegati. L’Italia divisa in zone a colori – continua Pregliasco – ha funzionato a piegare la curva ma in questi ultimi giorni c’e’ stato un rallentamento della discesa. Stiamo mitigando la malattia, riducendo la velocita’ di contagio, ma non riusciamo a controllarla”.

Le scuole

Il virologo ha commentato l’apertura delle scuole il prossimo 7 gennaio: “Alla luce degli ultimi dati la cautela e’ necessaria. Diminuzione di ingressi e rigorosamente scaglionati. La scuola, in via indiretta, facilita i contatti. Siamo animali sociali, ma e’ necessaria la responsabilita’ personale”. In conclusione Pregliasco, ha dichiarato: “Il tracciamento dei casi non e’ piu’ possibile. Abbiamo bisogno di una veloce campagna vaccinale in breve tempo, la variante inglese spaventa ed e’ ancora piu’ contagiosa”.