Home Covid Il focolaio cresce da due settimane: città in Campania a rischio lockdown...

Il focolaio cresce da due settimane: città in Campania a rischio lockdown totale

Resta ancora “sorvegliato speciale” Rocca D’Evandro, piccolo Comune dell’Alto-Casertano alle prese da fine dicembre con due focolai di Covid. Uno di essi è individuato in una Rsa, l’altro alla veglia funebre di un’anziana. Il sindaco Emilia Delli Colli, ha reso noto che in paese “ci sono 95 persone attualmente positive, 76 delle quali residenti a Rocca D’Evandro e 19 non residenti”. Ma domiciliate in Comune per l’isolamento fiduciario, ed afferma che si rischia seriamente la “zona rossa”.

Il sindaco

“L’incremento notevoli dei casi positivi – aggiunge il sindaco – ha comportato da parte dell’Asl Caserta un monitoraggio della curva epidemiologica. Indice valutato di ora in ora e se la situazione non dovesse migliorare, c’e’ la forte possibilita’ della istituzione della zona rossa per il nostro Comune”.

L’Asl

Dalla Asl di Caserta fanno sapere che la situazione e’ ancora sotto controllo, che molte persone devono fare il secondo tampone e potrebbero negativizzarsi. Intanto sul fronte dei dati Covid a livello provinciale, nelle ultime 24 ore – fa sapere l’Asl di Caserta – i nuovi positivi sono 195 su 1924 tamponi effettuati. Un rapporto al 10%, in risalita rispetto a ieri, ma in linea con il trend piuttosto altalenante registrato negli ultimi giorni. Sono 286, invece, le persone guarite. Il conto totale delle persone attualmente positive cala di 102 unita’ rispetto a ieri, attestandosi a 3324 casi.

Nel Casertano

Non cala invece il conto delle vittime: sono undici quelle registrate nelle ultime 24 ore, per un totale di 546 persone decedute a causa del Coronavirus nel Casertano da inizio pandemia. Sul fronte dei vaccini, sono 13,668 (dato relativo alla serata di ieri) le dosi somministrate nel Casertano dall’Asl dall’inizio della campagna vaccinale.

Exit mobile version