Napoli: morto di Covid Carmine Sastri, fratello di Lina. Aveva un ristorante in via Niccolò Tommaseo, nei pressi di piazza Vittoria, «La Casa di Ninetta», proprio in onore al ruolo della sorella nell’edizione originale di Natale in Casa Cupiello. Su Facebook il ricordo commosso dell’attrice.

“Mio fratello Carmine ci ha lasciato. Il covid assassino lo ha vinto. Ma Carmine non può morire. È indimenticabile. Era un Re. Un gigante. Un Eroe romantico.  Ogni immagine di bellezza lo rispecchierà. La nota di Mozart farà risuonare la sua felicità. Ogni brillante ispirazione lo risveglierà. La rischiosa azione lo ricorderà. E creerà un ristorante in cielo.
Carmine non può morire. È indimenticabile”.