Presa a pugni perché aveva invitato delle persone a indossare la mascherina all’interno di un bar di Salerno. La vittima di questo episodio è Ketty Volpe, giornalista professionista e consulente del Miur, che era all’interno di un bar con il marito Enzo Todaro, anche lui giornalista. Nel locale sono entrati due ragazzi, entrambi non indossavano la protezione obbligatoria. L’invito a mettere la mascherina non solo è andato a vuoto, ma ha scatenato la reazione scomposta dei giovani teppisti in un crescendo di insulti e minacce.

L’aggressione

Quando la Volpe ha chiamato il 113 per segnalare quanto stava avvenendo, uno dei due l’ha strattonata e le ha sferrato due pugni che l’hanno colpita alla spalla e al braccio sinistro. Sul caso adesso indagano le forze dell’ordine.