“Quanto accaduto nella sede della IV Municipalita’ del Comune di Napoli e’ semplicemente vergognoso. Festeggiare il pensionamento di un dipendente con una torta raffigurante Benito Mussolini significa non avere rispetto per i morti e per le atrocita’ commesse dal regime. Il tutto fatto con squarcioneria dai protagonisti e messo sui social senza dunque alcun problema. Alla comunita’ ebraica va la nostra piena solidarieta’ per questo squallido episodio accaduto all’interno di una struttura comunale. E trovo che questa circostanza sia ancor piu’ vergognosa.

Le proteste

E’ inaccettabile che proprio nel luogo che rappresenta le istituzioni si sia consentito di violare non solo le leggi dello Stato, come quella che rende reato l’apologia e la propaganda fatta tramite i simboli del fascismo, ma anche le norme di sicurezza anti-Covid. Prova evidente della confusione e dell’anarchia che regna, purtroppo, all’interno dell’amministrazione comunale. Ha fatto bene il Presidente della Municipalita’ a prendere le distanze da questo episodio. Ci aspettiamo che conseguentemente scattino le denunce”. Questo il commento del consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli e del membro dell’esecutivo nazionale del Sole che Ride Fiorella Zabatta.